Benvenuti nella sezione dello Shoujo Manga Outline dedicata a "Cappuccino" di Wataru Yoshizumi.
A cura di Deda (review) ed Emy (grafica e html). Vi ricordiamo che prima di riprodurre immagini, testi o html presenti in questo sito e' necessario chiedere il permesso. E' inoltre vietato linkare direttamente le immagini su forum o altro.

 Info
Cover Originale Cover Italiana
T
itolo originale: Il Cappuccino -La Storia dell'Amore Amarognola per Adulte カプチーノ
Autrice: YOSHIZUMI Wataru 吉住渉

:: Il manga in Giappone ::
Numero di volumi: 1 -concluso
Rivista di pubblicazione: Chorus
Casa editrice: Shueisha
Anno di pubblicazione: 2008

:: Il manga in Italia ::
Titolo: Cappuccino
Numero di volumi: 1 -concluso
Casa editrice: Planet Manga, 4.30 euro
Pubblicato nel mese di: Dicembre 2010
Distribuzione: edicola e fumetteria.


 Storia

Ari e SousukeAri e Sousuke decidono di andare a vivere insieme. I genitori di lei, sulle prime, sono contrari ma vengono convinti dalla promessa di lui di sposare la ragazza non appena ne avrà le possibilità.
Inizia così questa convivenza, e le convivenze non sono mai facili, ma Sousuke se la passa anche piuttosto bene e non avrebbe molto di cui lamentarsi né da recriminare, visto che la pover Ari fa tutto lei.
Un brutto giorno fa capolino nella storia la terza incomoda: Masaki san.
E' una studentessa che si prepara agli esami di ammissione all'università nella scuola preparatoria dove insegna Sousuke. Inutile a dirsi, la ragazzina ha una cotta per il bel sensei e con occhi lagrimosi riesce a convincerlo a concederle un appuntamento... e il povero fesso abbocca.
La carne è debole, ma non troppo... Sousuke resiste ma, nemmeno un anno dopo, la ragazza ricompare nella sua vita - oramai studentessa universitaria - e Sousuke inizia una tresca con lei.
Ari se ne accorge e fa finta di niente, finché può. Una sera però è vittima di uno scippo: lo spavento e l'irreperibilità del suo uomo fanno saltare il tappo e la coppia scoppia.
La storia si conclude con un flash forward di due anni in cui si tira le somme del tutto.
Il fumetto ha anche altri personaggi secondari, innamorati di lei, innamorati di lui, in classico stile Yoshizumiano.

 

 Considerazioni
Ari e SousukeSe la Yoshizumi deve fare josei così, tanto vale che resti a fare gli shoujo su "Ribbon".
Partendo dal presupposto che ha scelto il titolo "Cappuccino" perché fa esotico e forestiero... ma lo usa in tutto due volte durante il fumetto (e una volta sola come metafora -e non si fa, signora mia, se scegli un titolo devi motivarlo e se lo usi come metafora deve restare nel sottotesto per tutto il fumetto!)... questo manga si presenta come una mera storia di corna con risvolti femministi -ma nemmeno poi tanto- sul finale.
L'autrice impiega quasi mezzo capitolo nel fare raccontare alla protagonista come si sono incontrati lei e Sousuke, come e quando hanno deciso di vivere insieme e perché... questo già fa partire la storia col piede sbagliato perché se innamorarsi non è fondamentale nella storia puoi anche evitare di raccontarcelo e dire semplicemente: Io e Sousuke viviamo insieme.
Si chiama entrata in medias res e non sempre ha bisogno di una back story o di un flash back. Puoi semplicemente stabilire il mondo ordinario come dato di fatto: io e lui siamo insieme e andiamo a convivere.
Si prosegue col classico corollario di personaggi del tipo: migliore amico di lui e migliore amica di lei che, non si sa come mai, escono sempre con loro in uscite a quattro ma non sono innamorati tra di loro.
Uuuuh, scommettiamo che lui (Inaba) ama Ari e l'amica di Ari ama Sousuke? Che sorpresona! E ce lo rivela anche alla fine del fumetto, alla faccia del colpo di scena.
Ma essendo questa, fondamentalmente, una storia di corna, la Yoshizumi si concentra maggiormente sul fatto che Ari abbia cattivi presentimenti che la guidano a diffidare del suo lui (e a ragione), per poi focalizzare il perché lui cade in tentazione. Bisogna dirlo, gli uomini cedono per lusinga... ma questo Sousuke è veramente un pirla! Bastano un paio di lagrimoni e un onegai shimasu e tutto si giustifica.
Ovviamente la Yoshizumi ci piazza il deus-ex-machina per risolvere la questione: "come li faccio mollare?". Ah -si disse alzando il ditino indice e accendendo la lampadina sulla sua testa- lui non è presente quando lei ha bisogno. Ci può anche stare ma... lo scippo? Tanto vale fare arrivare Godzilla a Tokyo!
Cioè, se non ci fosse stato l'incidente, Ari sarebbe rimasta piantata a vita a tollerare e sopportare? Certo! Perché quello è il personaggio e l'arco narrativo è inesistente... allora... perché un incidente la smuove? A maggior ragione, per come è stata sviluppata la sua personalità, si aggrappa a lui per lo spavento...
Ma no. Questa ha addirittura l'exploit finale due anni dopo... che ovviamente ci viene raccontato (stesso difetto dell'inizio, lentissimamente noioso come espediente): il lavoro mi ha tenuta impegnata e adesso sono una donna in carriera e sono contenta... ah, forse mi piace pure il mio senpai... anzi adesso che ti ho rivisto sai che c'è? 'Sto senpai me lo impalmo alla facciazza tua.
E lui? Oh, lui si becca la punizione divina: ti amo ancora, come sono triste!
Ma muori in silenzio e con dignità, uomo, o spera che davvero passi Godzilla a grattarti via dalle sue suole!

In tutto ciò viene fuori un ritratto della società e delle donne giapponesi a dir poco medioevale ed agghiacciante. Le peripezie alle quali si sottopongono è incredibile: lasciare riviste matrimoniali in giro per casa (assai subliminale), farsi mettere incinta e non so quanti altri espedienti per farsi sposare!!! Perché dopo tre anni di convivenza... la situazione si trascina e l'uomo si adagia perché non ti deve mantenere economicamente (ma perché, due stipendi fanno schifo?) e non ha responsabilità.
Qualcuno, presto, introduca la famiglia di fatto nel diritto di famiglia nipponico. Non è possibile che prendersi le corna prima di essere sposati sia un sollievo perché da sposati te le devi tenere o mandare a rotoli la tua vita!
E lo scopo di ogni donna, in quel paese, è davvero sposarsi e farsi mantenere (ribadisco il concetto, in piena crisi economica due stipendi non fanno mai schifo!)?
Watarushi, ti prego, torna alle majokko... questi adulti fanno paura, meglio vedere i ragazzini sgallettati scambiarsi i partners come in Beautiful!
 
 Gallery
This page is part of Shoujo Manga Outline |  Online since 17/10/2010 |  Disclaimers |  FAQ