WARNING! Questa pagina contiene alcune anticipazioni sul finale della storia.


Pagina a cura di Mela

TOKYO BABYLON

A SAVE TOKYO CITY STORY

Page, graphics, scans, review by Mela (03/04/2001, 04/05/2001, 13/06/2001)

 

 

autrici: CLAMP

(storia: NANASE OHKAWA, disegni: MOKONA APAPA)

casa editrice: Planet Manga

numero di tankobon: 7

edito in Giappone da: Shinshokan, 1991-1994

 

SUMERAGI SUBARU

Le famiglie Sumeragi e Sakurazukamori sono da generazioni protettrici del Giappone, ma da sempre sono rivali a causa della differenza dei metodi utilizzati nello svolgere i propri compiti.

Della famiglia Sumeragi fanno parte i gemelli Subaru e Hokuto, 16 anni, identici nell'aspetto, ma completamente opposti nel carattere: Subaru, il fratello, è timido e riservato, Hokuto, la sorella, è vivace e chiacchierona. Dai Sakurazukamori discende invece Seishiro Sakurazuka, 25 anni, amico dei due ragazzi.

Nonostante la giovane età e l'aspetto tranquillo, Subaru è un abilissimo onmyooji che si occupa di disinfestare la città di Tokyo dagli spiriti che si manifestano per risentimento verso qualcuno o qualcosa, o verso la stessa città di Tokyo.

Da parte sua Seishiro preferisce lavorare come veterinario piuttosto che come onmyooji e, nonostante l'antica rivalità delle rispettive famiglie, dimostra un forte sentimento di amicizia verso i due gemelli, in particolare dichiara apertamente di essere innamorato di Subaru e cerca di conquistarlo con la complicità di Hokuto. I due gemelli sembrano avere completa fiducia nell'amico, in particolare Subaru cerca di convincersi che la somiglianza del cognome di Seishiro con quello dei Sakurazukamori sia solo casuale. Quando era ancora un bambino, Subaru incontrò sotto un ciliegio uno studente liceale che gli disse che i petali dei fiori di ciliegio devono il loro colore rosa al sangue dei cadaveri che sono sepolti sotto gli alberi, ma, a causa del rumore del vento, Subaru non riuscì ad ascoltare il seguito delle sue parole. Il ragazzo somigliava molto a Seishiro, ma il suo sorriso crudele era del tutto dissimile da quello gentile dell'amico.

SUMERAGI HOKUTO

SAKURAZUKA SEISHIROO

La nonna dei due gemelli risiede a Kyoto, nella residenza principale della famiglia Sumeragi, e ha preceduto Subaru nel suo compito di proteggere spiritualmente il Giappone. La donna raccomanda al nipote di fare attenzione ai Sakurazukamori, che utilizzano i propri poteri per uccidere le persone. Ma Subaru non sospetta affatto del suo amico, nonostante questi gli abbia dimostrato più volte di possedere i suoi stessi poteri aiutandolo nel suo lavoro nei momenti di maggiore difficoltà.

Proprio l'ultima volta che accorre in aiuto di Subaru, Seishiro perde l'uso dell'occhio destro per proteggere l'amico. Subaru si sente in colpa per l'accaduto e cade in un profondo stato di sconforto, tanto che neanche Hokuto riesce a consolarlo. In seguito a questo avvenimento, Subaru, ripensando agli ultimi fatti accaduti, si rende conto di ricambiare i sentimenti dell'amico, proprio quando Seishiro...

(continua)

Il manga è composto da 18 episodi raccolti in 7 tankobon. Gli episodi sono autoconclusivi, ma tutti legati tra loro da una trama che trova il suo epilogo nel 16° episodio; il 17° è un brevissimo episodio che vede protagonista Seishiro (Hokuto è assente e Subaru resta svenuto per tutta la durata) che rivela le proprie intenzioni nei confronti di Subaru ed è ambientato idealmente prima degli episodi conclusivi (dovrebbe essere prima del 13°); il 18° episodio è ambientato alcuni anni dopo la conclusione della storia e Subaru ha un aspetto più adulto ed un carattere più maturo.

Subaru e Seishiro si ritrovano anche in "X 1999", altro manga delle CLAMP, che può essere considerato come il seguito di "Tokyo Babylon" (Subaru appare come nel 18° episodio, mentre Seishiro non è cambiato da come lo si vede nel 16°).

In Italia la pubblicazione di "X" è iniziata prima di quella di "TB", ma sarebbe preferibile che venisse letto dopo la conclusione di "TB", visto che in alcuni episodi si fa riferimento al finale del manga precedente.

L'artbook di "Tokyo Babylon" contiene tutte le illustrazioni utilizzate per le copertine ed i frontespizi dei volumi del manga, mentre non comprende tutte le illustrazioni utilizzate per i poster (quasi tutte queste illustrazioni si trovano nella sola versione con Subaru e Hokuto). Tutte le illustrazioni sono a colori, quindi non sono state incluse quelle dei frontespizi dei singoli episodi, che sono in bianco e nero.

Alcune illustrazioni hanno anche una sorta di titolo o seguono un tema, come quelle utilizzate per le copertine (confrontare la gallery). Inspiegabilmente per il frontespizio del primo tankobon non è stata utilizzata l'immagine che completava il tema della copertina. Oltre ai sette temi delle copertine, "Red Ball", "Yellow Flag", "Green Telephone", "Pink Cross", "Blue Clock", "Orange Cage", "White Bible", nell'artbook si trova anche un ottavo tema, "Mintgreen Box", in cui Subaru si ritrova davanti Hokuto che salta fuori da una grossa scatola, come se le autrici avessero voluto smentire il drammatico finale (anche se le ultime immagini del libro non lasciano dubbi). L'illustrazione interna del poster dell'ultimo tankobon è intitolata "Lose", quella in due versioni in cui si vedono Subaru e Seishiro abbracciati si chiama "Red" dal punto di vista di Subaru e "Black" da quello di Seishiro (confrontare la gallery). Alcune illustrazioni sono state utilizzate per realizzare degli shitajiki (come quella esterna del poster del primo volume), in particolare l'illustrazione dell'abbraccio ha una resa migliore sullo shitajiki rispetto alle pagine del libro, visto che è come una sola immagine con due facce (confrontare la gallery). In alcune illustrazioni, utilizzate come copertine per i mini CD, ad ogni personaggio è abbinato un colore: rosa per Hokuto, bianco per Subaru, nero per Seishiro.

La copertina del libro è prevalentemente in azzurro e grigio argentato, ma le illustrazioni presentano colori molto vivaci in varie tonalità. La maggior parte dell'artbook è quindi occupata dagli stessi colori che si trovano anche nelle copertine dei volumi da 1 a 6 del manga: rosso, giallo, verde, rosa, azzurro, arancione, sempre in contrasto con il nero. Le illustrazioni rappresentano principalmente Subaru, ma in buona parte sono dedicate anche a Hokuto, mentre meno presente è Seishiro, che quasi sempre è presentato come elemento complementare di Subaru (come in "Red" & "Black" nella gallery). Nell'ultima parte del libro invece si trovano immagini in cui prevale il contrasto bianco/nero, così come l'ultima copertina del manga è di colore bianco. Le immagini presentano esclusivamente Subaru e Seishiro, sempre insieme, ma questa volta non più come amici, bensì come avversari, come rappresentanti del bianco l'uno e del nero l'altro, quasi a simboleggiare la luce accecante ed il buio profondo.

"Tokyo Babylon" differisce dai successivi lavori del gruppo CLAMP sia dal punto di vista grafico che da quello narrativo. Dal punto di vista grafico, i retini utilizzati sono pochi e quasi mai sfumati, in tutte le tavole predomina il contrasto bianco/nero ed il tratto è più pesante (ma non per questo meno bello ed elegante!). Anche nei primi episodi di "RG Veda" il tratto ha uno spessore maggiore rispetto agli episodi successivi, ma, mentre in "TB" questo si rivela molto adatto alla grafica generale del manga, in "RGV" sembra appesantire il disegno, visto che questo manga è più vicino graficamente ai successivi lavori firmati CLAMP in cui veli fluttuanti, chiome fluenti e cascate di petali sono l'immancabile ornamento delle tavole. Anche nel tipo di colorazione "TB" è molto diverso dai lavori successivi: i colori sono vivi e non esistono sfumature, ma soltanto contrasti. Dal punto di vista narrativo si trovano in forma forse ancora un po' acerba tutti gli elementi che caratterizzeranno i lavori successivi: i sentimenti quasi morbosi che legano i personaggi principali, l'abbigliamento stravagante dei protagonisti, il finale immancabilmente tragico; inoltre le autrici parlano attraverso i personaggi di problemi sociali, incentrando a volte le storie sulle ingiustizie subite da persone che vengono a contatto con una realtà spietata che non si aspettavano di dover conoscere. Come nella maggior parte dei manga del gruppo CLAMP ("RG Veda", "X", "Mahoo Kishi Rayearth 2", "CardCaptor Sakura"), anche in "TB" ha una certa importanza la storia d'amore tra due personaggi maschili che segue il classico schema dei manga shonen ai e delle dojinshi yaoi: uno è alto, forte, virile, l'altro è dolce, delicato, un po' effeminato; ma, mentre nelle altre opere il sentimento tra i due è un amore inespresso e a volte morboso (come tra Fuuma e Kamui in "X"), in "TB" Seishiro non nasconde il suo interesse per l'amico-nemico e lo dichiara fin troppo apertamente (forse per conquistare con la propria apparente semplicità la fiducia dei gemelli), mentre Subaru, che nella prima parte della storia non fa che tirarsi indietro, dopo un esame di coscienza si rende conto di volere molto bene a Seishiro, molto più di quanto credesse egli stesso. Quanto all'abbigliamento, i personaggi secondari non sono degni di nota, visto che si distinguono per il loro aspetto quasi sempre ordinario, Seishiro indossa sempre il classico completo giacca, pantaloni, cravatta, ma i due gemelli non passano inosservati. Sia Subaru che Hokuto indossano abiti originali, abbinati a cappelli, scarpe e guanti (che però Subaru porta per un motivo particolare), ma Hokuto sfoggia abiti a volte anche carnevaleschi, con ali da farfalla, coda ed orecchie da gatto, gonne a foggia di fiore. La stravaganza dell'abbigliamento è un elemento che si trova anche nel più recente "CardCaptor Sakura", manga disegnato con tratto leggerissimo, in cui la protagonista Sakura indossa i fantasiosi vestitini che le confeziona Tomoyo, la sua migliore amica (che invece veste in modo normale, anche se non ordinario). Le CLAMP in entrambi i casi giustificano l'insolito abbigliamento dei protagonisti (Subaru in "TB" e Sakura in "CCS") con la scusa che questi vengono quasi costretti ad indossare i loro strani abiti dalle persone a loro più vicine (Hokuto in "TB" e Tomoyo in "CCS").

Oltre al manga ed all'artbook, esistono anche due OAV, alcuni CD musicali e drama CD ed almeno due video musicali animati dedicati a "Tokyo Babylon". Gli OAV, intitolati rispettivamente "Tokyo Babylon" e "Tokyo Babylon 2", sono due episodi autoconclusivi, strutturati in modo simile tra loro, non presenti nel manga. Il character design è stato affidato a Kumiko Takahashi, che si è occupata in seguito anche del character design di "CardCaptor Sakura". Il drama CD presenta un cast di doppiaggio differente rispetto all'anime e vede come protagonisti Subaru e Seishiro in una versione più adulta (nell'illustrazione promozionale Seishiro sembra anche più vecchio di come appare in "X", ma forse si tratta solo di un'idea provvisoria delle autrici).

Sul retro di tutti i tankobon e del volume d'illustrazioni si ritrova la frase di apertura del manga "Anata wa Tookyoo ga Kirai Desuka?" ("Tu odi Tokyo?").

 

"TOKYO BABYLON" in Italia

 

Titoli degli episodi del manga

 

 

 

 

 

 

 


This page is online since 17/06/2001

This is a no profit web site. All the images in this site are used to review and to promote shoujo manga in Italy. All the images are © of their respective artists and publishers, or other owners. Each review is copyright © of respective author. The comments reflect the personal opinions of the reviewers. Don't reproduce any of the texts, images and graphics that appear on this site without my permission.